Autore: Gabriele Scalici

Tris di dolce…tto

di Stefano Quatrini, Sommelier e Degustatore ufficiale A.I.S. La piccola degustazione di dolcetto proposta al Vinodromo racconta questo vitigno-vino “minore” del Piemonte che di minore non ha proprio nulla. A dispetto del nome, dal vitigno dolcetto si ottiene un vino secco, caratterizzato da morbidezza e facilità di beva, con tannini abbondanti, ma non aggressivi. È un vitigno sensibile alle malattie fungine, meno alle muffe. Grazie alla sua precocità, anche di quattro settimane, non ruba le scene al nebbiolo concedendogli collocazioni migliori. In passato è stato utilizzato come merce di scambio con i prodotti della Liguria, soprattutto acciughe e olio,...

Read More

Bolgheri Grattamacco Collemassari. Un gratta & vinci vincente

Sin dai miei primi passi nel mondo del vino, il territorio di Bolgheri mi ha sempre affascinato. Sarà perché rievoca dolci pendii e colori unici, oppure – più probabilmente – perché è una zona di produzione vinicola di grande pregio. E non serve fare nomi. Anzi, ne farò uno: uno che non mi ha mai deluso, uno che nel corso del tempo ha migliorato il profilo qualitativo dei vino prodotto (aumentandone ahimè inevitabilmente anche il prezzo). Mi riferisco a Grattamacco di Collemassari, una delle bottiglie più rappresentative del territorio. È un porto sicuro, un gratta & vinci già grattato e vincente,...

Read More

"A cena da amici". Le sei mani di Paolo Griffa, Stephan Vaccaro e Andrea Vitali insieme a Cinzia Ferro e i vini dell'Oltrepò pavese

Una serata ricca di gusto a trecentosessanta grandi, non c’è che dire, quella dello scorso 10 febbraio a I Fontanili di Gallarate. Location da urlo, elegante e moderna, defilata dalla movida milanese, che da sola vale il viaggio nonostante un venerdì sera piovoso e la tangenziale nord sempre intasata. Oggi comunque abbiamo ben più di un motivo per partecipare. Abbiamo i padroni di casa Stephan Vaccaro e Andrea Vitali, chef e sous chef del ristorante I Fontanili. Abbiamo la stella nascente della ristorazione italiana Paolo Griffa, un giovanissimo talento classe ’91, sous chef di Serge Vieira in Francia, protagonista...

Read More

Elio Ottin. Vini veraci e sinceri.

Tempo di neve, tempo di montagna, di terme all’aperto e mercatini di Natale. La gita fuori porta in Val d’Aosta di questo inizio 2017 è andata molto bene e mi ha permesso anche un’ulteriore sosta, manco a dirlo, vinosa. Una riga in più nella mia “to do list“. Alle porte di Aosta, infatti, ad appena due minuti dallo svincolo autostradale, Elio Ottin e il suo trattore mi aspettano per una breve visita. Vini sinceri e una filosofia aziendale volta alla riduzione dell’impatto ambientale e a un’agricoltura sostenibile sono il retaggio che solo un passato rurale volto alla sussistenza, come...

Read More

Le due anime, del trebbiano di Masciarelli. Verticale di Marina Cvetic e Castello di Semivicoli.

Ho conservato questi appunti gelosamente aspettando il momento giusto. A distanza di quasi due mesi, quella grande manifestazione sul vino che è stata Bottiglie Aperte ha ancora qualcosa da raccontare in quest’ultimo strascico. Una doppia verticale dei figli prediletti (in bianco) di Masciarelli. Marina Cvetic e Castello di Semivicoli: trebbiano in botte e trebbiano in acciaio. Qualche briciola di storia è necessaria e poi si parte. L’azienda nasce nel 1981 da Gianni Masciarelli con due ettari a cui poco dopo si affianca la signora Marina. Un rapporto privato oltre che professionale, nel perfetto stile di azienda a stampo familiare....

Read More