Belli quei tempi, quelli del 1600, quando l’unico dilemma che affliggeva l’umanità era l’essere o non essere di shakespeariana memoria. È sì vero che il protagonista, Amleto, prende schiaffi per tutta la tragedia, e alla fine ci lascia pure le penne, ma tutto ciò è nulla in confronto al dubbio, ben più profondo, che consuma le menti di molti enoappassionati: qual è la migliore enoteca online?
Il boom della vendita di vini in rete, che ha segnato questo ultimo lustro, ha di certo giovato ai consumatori che, oltre ai nomi noti, riescono oggi a trovare bottiglie di non facile reperibilità, a prezzi accessibili e in tempi relativamente brevi, ma i siti che vendono alcolici spuntano come funghi, e in questa giungla non è certo facile districarsi. La nostra esperienza ci ha portato a provare tante, ma davvero tante enoteche online, e a fare una profonda scrematura su quelle che, ognuna per i propri meriti, è riuscita a fidelizzarci.

FERMI TUTTI. Già intravediamo cori di sdegno dei sostenitori delle enoteche “reali”, mozioni di sfiducia e cortei di protesta da chi vede gli acquisti online come la morte del piccolo commercio eccetera eccetera, perciò premettiamo subito una cosa: il paragone tra le due tipologie di negozi non andrebbe, anzi non va neanche posto. Nessun sito potrà mai farvi “toccare” una bottiglia, così come nessuna scheda tecnica varrà mai una briciola delle parole che un enotecario vi dirà spiegandovi un vino che lui stesso ha provato e scelto per la sua attività. Giusto per citare un esempio, recatevi all’enoteca milanese Vino al Vino, per acquistare una bottiglia o anche solo a bere un calice ogni tanto. Imparerete più cose ascoltando Antonio, il titolare, che non frequentando un qualsiasi corso di degustazione.

Il fattore umano avrà sempre un quid in più, semplicemente qui abbiamo analizzato alcune tra le più conosciute enoteche online, valutandone pregi e difetti di ognuna. I punti focali sono pochi ma fondamentali e valgono per tutte: prezzi in primis ovviamente, portafoglio prodotti, fidelizzazione del cliente, tempi di consegna, customer care, facilità di navigazione, ricerca nel sito e, conditio sine qua non per qualsiasi acquisto in negozi virtuali, spese di spedizione. Premessa fondamentale per sfruttare al meglio le potenzialità di ogni enoteca è di iscriversi alla newsletter, a seguito del quale quasi tutti gli stores offrono uno sconto di benvenuto sul primo acquisto. Avrete modo poi di conoscere eventuali offerte a tempo, nulla più e nulla meno di tutti i negozi online del mondo.

Impostosi in pochi anni ai vertici del settore, Tannico vanta una offerta sterminata di prodotti, dai più conosciuti alle chicche da trovare col lanternino. Il sito è intuitivo e strutturato ottimamente, molto ben impostate le suddivisioni in categorie e sottocategorie per facilitare la ricerca. La spedizione gratis, senza importo minimo di spesa, sul primo acquisto è di certo una proposta che non potrete rrrifiutare, e il customer care post acquisto è decisamente efficiente, così come la velocità nella consegna (l’ultimo nostro acquisto, nel mese di agosto, è arrivato in due giorni lavorativi). Ciò che fa realmente la differenza però, dal secondo ordine in poi sono le spese di spedizione gratuite per ordini sopra i 29 euro, una cifra raggiungibile senza alcun problema. L’unica nota (non poco) dolente sono i prezzi, quasi sempre più alti di altri siti online. Per ovviare a ciò potrete tuffarvi negli innumerevoli sconti proposti, tenendo sempre d’occhio il prezzo originario.

Storica enoteca romana, ha negli ultimi anni ampliato sempre più il lato e-commerce dell’attività, al punto che i prezzi online sono più bassi di quelli in negozio. Il sito è completo, intuitivo e con un ottimo motore di ricerca per tutte le categorie. L’enoteca punta molto sulla partecipazione attiva del cliente, al quale verranno offerti bonus sconto sulle recensioni dei vini acquistati, ma soprattutto una sconto di 5 euro sul successivo ordine, pubblicando sui social l’acquisto appena effettuato. Anche qui beneficerete di uno sconto di benvenuto sul primo acquisto, per le volte successive la spedizione la spedizione di 4,90€ sarà gratuita dai 100€ in su, ma spesso Bernabei la offre superando i 50€ di acquisti. Ottima anche la sezione birre e quella delle varie offerte e sconti quantità. Rilasciando poi una recensione sui prodotti acquistati, riceverete un 5% di sconto sui futuri ordini. Oltre ai sopracitati vantaggi, estremamente competitivi, l’assoluto punto di forza è senza ombra di dubbio la scelta dei distillati, dai gin ai rum, passando per whisky e liquori vari. Ne troverete una infinità, da quelli più commerciali ai più noti, dai nomi altisonanti alle chicche regionali. Molto difficilmente troverete di meglio in rete. La selezione di vini è molto buona, non eccelsa ma comunque molto valida: punta solo su determinate regioni, ma quello che noi vediamo come un difetto, per altri magari può essere un pregio: de gustibus. 

Altra grande enoteca virtuale, sempre attenta alle tendenze del mercato e alle esigenze dei consumatori. Vera punta di diamante è il sito, la cui navigazione è di una completezza, facilità e precisione disarmanti. Riuscirete infatti a scegliere i vostri vini preferiti nella sterminata carta di italiani ed esteri, potendo scegliere tra artigianali, premiati, di una certa provenienza, in offerta e di un certo stile. Se perciò una mattina vi dovesse prendere un irrefrenabile desiderio, che so, un orange wine, campano, biodinamico, affinato 6-12 mesi in legno, premiato con i tre bicchieri Gambero Rosso, che costi dai 15 ai 30 euro, di media intensità e struttura (a patto ovviamente che un vino del genere esista!), sappiate che il motore di ricerca e filtro di Callmewine ve lo troverà. La spedizione di 6,90€ è gratuita dagli 80€ di spesa in poi. Prezzi nella media, ma la newsletter è un continuo susseguirsi di offerte…

Croce e delizia, amore e odio per questa enoteca irpina. Un secco no al sito, vecchio e mai aggiornato né nella grafica né, soprattutto, nella selezione di ricerca dei vini. Inesistente la newsletter, nessuno sconto di benvenuto, scordatevi la spedizione gratuita anche se farete un ordine di diecimila euro. Dopo un acquisto non sognatevi nemmeno di ricevere una mail che vi avvisi dell’avvenuta spedizione, e il tracking è pura utopia. A noi è sempre arrivato tutto senza problemi, sia ben chiaro, ma non è piacevole trovarsi nella situazione di aver pagato e non ricevere alcuna risposta per giorni (oltre alla conferma dell’ordine). Ora voi vi starete giustamente chiedendo perché abbiamo inserito tra le migliori enoteche Garofalo Wine, e la risposta è semplice: Garofalo ha dei prezzi assurdi, senza senso. Non troverete MAI, in nessun altro sito al mondo, prezzi simili, o che si avvicinino a quelli di questa enoteca. Se poi avrete l’enorme pazienza di cercare per parole chiave, troverete delle assolute chicche, anche e soprattutto di annate precedenti. Se avete tempo da perdere, studiate la sterminata offerta di Garofalo, qualcosa di speciale la troverete, statene certi.

Conosciuto meglio col nome Uvinum, ha recentemente cambiato brand, ma la sostanza è la stessa. Questo portale ha una curiosa struttura, in quanto racchiude diverse enoteche da varie parti di Europa, Italia compresa. Riuscirete perciò a trovare i più svariati prodotti tra i distillati, e moltissimi vini dal target internazionale (scordatevi gli autoctoni di piccoli produttori). I prezzi vi faranno brillare gli occhi come un bambino in un negozio di giocattoli, almeno fino a quando nel carrello non vi ritroverete aggiunta la spedizione. Non ne siamo sicuri, ma da quanto abbiamo capito con un nostro recente acquisto, le spedizioni variano a seconda del paese in cui si trova l’enoteca affiliata, e il pacco fa un paio di tappe per l’Europa per ottimizzare volume e costi di spedizione. Ciò è giustificato se, ad esempio, acquistate due prodotti, uno venduto da una enoteca spagnola e l’altro da un negozio francese. Il nostro consiglio, prima di completare l’acquisto, è di controllare il carrello, perché variano da paese a paese, e l’acquisto non avrebbe più ragion d’essere. Ad ogni buon conto, il risparmio c’è acquistando in quantità, quindi o avete un locale o avete amici disposti a metter su un mini GAS.

Realtà online toscana, ha un’ampia scelta di prodotti, dai nomi altisonanti ai piccoli produttori, passando per i vini stranieri e i distillati. Da sottolineare la selezione di whisky e le promozioni periodicamente proposte, oltre allo sconto quantità sulle bottiglie della stessa tipologia. Sconto di benvenuto e spedizioni gratuite sopra i 59.90€ sono un biglietto di presentazione che fugheranno ogni dubbio sull’aggiungere Vino75 nell’elenco dei preferiti. La nota (non poco) negativa sono i prezzi pieni, decisamente sopra la media: le offerte riportano i prodotti al loro reale valore di mercato.

La Mission della veneta Meteri è la continua ricerca e promozione di vignaioli artigianali, vini naturali e vitigni autoctoni, con un occhio sull’Italia e un ampio sguardo alle produzioni europee. Vini ancestrali, e che raccontino un terroir, vitigni dimenticati, orange wine e produttori fuori dagli schemi sono ciò che troverete nel catalogo Meteri, e vi possiamo garantire che, appassionati o meno del genere, troverete di certo delle chicche che vi commuoveranno. Il sito, in costante evoluzione, ha anche una sezione dedicata ai piccoli produttori del settore alimentare, oltre al circuito HORECA, al quale sono collegati per gli acquisti del settore ristorazione. Spedizioni gratuite sopra i 59 euro, che raggiungerete molto facilmente, visti i prezzi che inevitabilmente hanno i prodotti di non facile reperibilità.

L’elenco potrebbe essere ancora più lungo, se smanetterete in rete non vi sarà difficile imbattervi in siti che magari non sono fornitissimi, ma hanno ciò che cercate, e grazie allo sconto di benvenuto vi “pagherete” la spedizione: enoteche da una botta e via insomma!
P.S. gli importi indicati nell’articolo sono relativi al periodo in cui lo stesso è stato scritto e pubblicato.

Che strano... sembra non ci siano eventi sul vino in questi giorni

Per sapere come trattiamo i tuoi dati leggi il Disclaimer e la Privacy & cookie policy